Il Gruppo Agenti Zurich sceglie CGPA Europe

Il Gruppo Agenti Zurich ha sottoscritto un accordo di partnership con CGPA Europe per tutelare i propri associati dai rischi di responsabilità civile. L’accordo è una nuova tappa di un percorso di collaborazione iniziato nei mesi scorsi e concretizzatosi, tra l’altro, in due giornate di confronti, condivise da CGPA Europe ad il Gruppo Agenti Zurich in primavera, a Milano e a Roma, sui temi principali dell’attività professionale degli intermediari, con un focus sull’adeguatezza dei contratti.

Enrico Ulivieri, presidente del Gruppo Agenti Zurich, spiega in questa intervista i motivi della scelta e i contenuti dell’accordo.

Che cosa ha determinato la vostra scelta?

Cercavamo soluzioni il meno possibile standardizzate, adatte alle specificità della rete agenziale Zurich. Cercavamo, inoltre, un assicuratore con il quale costruire una relazione aperta, fondata più sul confronto continuo e meno su un mero contratto di polizza. Questo è stato il mandato affidato al nostro broker e la ricerca condotta sul mercato ci ha portato a CGPA Europe. Certo nella scelta ha poi pesato la specializzazione della compagnia nella tutela dei rischi di responsabilità civile professionale e l’esperienza internazionale, due qualità che garantiscono valore aggiunto nella costruzione di un’efficace copertura assicurativa. Direi, però, che è stato vincente l’approccio di CGPA Europe alle problematiche degli intermediari assicurativi e l’attenzione della Compagnia alla relazione con gli assicurati. Evidentemente essere, come CGPA Europe, una compagnia costituita dagli intermediari per gli intermediari facilita la relazione compagnia/cliente che in questo caso si trasforma in un confronto costruttivo tra colleghi.

Qual è il bisogno più avvertito dagli intermediari assicurativi?

L’evoluzione normativa e di mercato sta sensibilmente modificando il nostro profilo di rischio e richiede una maggiore preparazione e conoscenza dei rischi connessi alla professione. Servono nuove risposte fondate su aggiornamento continuo delle conoscenze e sulla formazione finalizzate alle prevenzione.

Ci può dare qualche dettaglio in più sull’accordo?

Più che di accordo, preferirei parlare di una partnership: perché è quello che stavamo cercando e che crediamo di avere trovato. La polizza è, in fondo, la miglior prova di quest’approccio perché è nata dal confronto tra noi e la compagnia permettendoci la realizzazione di un prodotto molto valido sul piano tecnico e innovativo sul piano normativo. Al di là delle caratteristiche tecniche della polizza, certamente importanti, credo siano fondamentali i servizi che CGPA Europe ci ha dedicato e che sono frutto di una sinergia iniziata da tempo.

Di quali servizi si tratta?

Anzitutto la formazione. La partnership con CGPA Europe consentirà ai nostri iscritti di partecipare a sessioni di formazione professionale ricevendo un’adeguata informazione sugli aspetti giuridici chiave. E’ un punto importante: per il nostro Gruppo Agenti la formazione rappresenta non solo l’adempimento di un obbligo imposto dal regolamento IVASS ma una grande opportunità di crescita a favore dei nostri associati.

In che cos’altro si concretizzerà la partnership?

E’ stato istituito un comitato di gestione composto dai rappresentanti del Gruppo Agenti Zurich e di CGPA Europe , incaricato di monitorare progressivamente l’evoluzione dei sinistri. Anche questo è un punto molto importante. Il comitato gestione sinistri non sarà solo un organo tecnico ma avrà anche il compito di studiare soluzioni efficaci ai fini della prevenzione.

Il Gruppo Agenti Zurich parteciperà inoltre al CESIA, il centro studi promosso da CGPA Europe. Potremo inoltre accedere a un network di avvocati che ci saranno messi a disposizione per un confronto periodico su temi specifici.

 

Gruppo Agenti Zurich